Principali errori da evitare in una lettera di presentazione

Quando fai domanda per un posto di lavoro o un tirocinio, il curriculum e la lettera di presentazione sono fondamentali. È probabile che coloro che si occupano della selezione del personale ricevano una cinquantina di domande al giorno, quindi per essere tra i selezionati, non trascurare il tuo curriculum vitae e la tua lettera di presentazione, ma assicurati che siano redatti in modo appropriato.

Ecco un elenco dei principali errori che dovresti evitare in una lettera di presentazione:

LA PRIMA IMPRESSIONE È QUELLA CHE CONTA
Spesso, quando si scrive una lettera di presentazione, ci si dimentica di prestare attenzione alla sua veste grafica. Tuttavia, si tratta di un aspetto importante, che va curato, poichè è la prima cosa che viene valutata, quindi deve necessariamente essere chiara e in grado di attirare l’attenzione del reclutatore che la leggerà.

NON PARLARE SOLO DI TE STESSO
Ovviamente nella lettera di presentazione puoi tracciare un profilo di te e mostrare al tuo ipotetico datore di lavore quanto tu sia motivato … ma non parlare solo di te! Parla piuttosto dell’azienda presso la quale vuoi essere assunto, in modo che i selezionatori possano vedere quanto tu sia interessato ad ottenere il posto o, almeno, una risposta da parte loro. Quindi, ricordati di scrivere le motivazioni per le quali stai facendo domanda e perchè sei interessato a lavorare presso quell’azienda.

FAI ATTENZIONE AGLI ERRORI DI STAMPA
Ogni trascuratezza può rivelarsi fatale per la tua domanda, sia che si tratti di un errore di battitura, grammaticale, morfologico o sintattico. Non avere paura di prenderti il tempo che occorre per scrivere la lettera. Fai attenzione agli errori e, se non sei assolutamente sicuro di ogni singola parola, non esitare a chiedere un aiuto o, meglio ancora, vai a controllare sul dizionario!

NON SCRIVERE TROPPO
Una buona lettera di presentazione non è mai più lunga di una pagina. I reclutatori non prendono in considerazione tutte le candidature, e se sono troppo lunghe, non le leggeranno affatto. Quindi, cerca di non superare i tre, massimo quattro paragrafi, e assicurati che la tua lettera sia chiara, breve, semplice e precisa.

AD OGNI DOMANDA LA SUA LETTERA DI PRESENTAZIONE
Tutti sanno che è più facile avere un unico modello di lettera di presentazione per ogni domanda che si presenta. Onestamente, è meglio fare una piccola ricerca e inserire il nome dell’ azienda a cui ti stai rivogendo nello spazio riservato al destinatario. Se hai solo un tipo di lettera di presentazione, non riceverai di sicuro molte risposte, perchè sembrerai pigro e poco motivato agli occhi dei reclutatori. Prenditi il tempo di cercare informazioni riguardanti la società presso la quale stai facendo domanda, in modo da poter parlare di quali caratteristiche apprezzi in tale azienda. Questo non dovrebbe richiedere un grande sforzo da parte tua, ma sicuramente attirerà l’attenzione dei reclutatori.

Dulcis in fundo: sii te stesso. Non mentire per avere un lavoro, perchè non è professionale e non ti porterà da nessuna parte, anzi si rivelerà catastrofico quando il tuo datore di lavoro se ne accorgerà. Sii sicuro di te stesso e mostra sempre il tuo sorriso.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


*

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *